Home Sport Il recupero Juve-Napoli va ai bianconeri: a Torino finisce 2-1

Il recupero Juve-Napoli va ai bianconeri: a Torino finisce 2-1

5
0

Dopo più di sei mesi, la gara delle polemiche, va ai bianconeri che dai 3 punti a tavolini poi cancellati, passano ai 3 punti sul campo vincendo 2-1 contro il Napoli. Un successo pesante nello spareggio Champions che porta la Juve a meno 1 dal Milan secondo. Il Napoli resta al quinto punto a due punti dall’Atalanta ma nulla è perduto. Gara abbastanza equilibrata, anche se la Juve si è dimostrata più compatta e solida.Gattuso cambia soprattutto in difesa con il rientro di Koulibaly e con l’inserimento di Rrhamani e Hysaj. A centrocampo Ruiz con Zielinski e Lozano in attacco invece di Politano.Le squadre sono partite subito ad alti ritmi e la partita è stata a viso aperto con parecchie occasioni. Ronaldo, dopo appena 2’, si divora l’1-0 sfiorando appena di testa da due passi un cross di Danilo, mentre Zielinski, dalla parte opposta, calcia alto da pochi mt un assist di Lozano. Al 13’ però Juve in vantaggio con il 773° gol di Ronaldo: dopo un dribbling in serpentina di Chiesa ai danni di Insigne e Hysaj, Ronaldo si fa trovare pronto girando in rete il cross basso dell’ex viola.Il Napoli ha reagito subito provando a prendere possesso del centrocampo ma poche volte è riuscito a rendersi pericoloso. Primo tempo che si conclude tra le polemiche: un episodio sfavorevole per parte, il primo al 34’ Lozano interviene in scivolata su Chiesa, sembra rigore, ma ne l’arbitro ne il VAR intervengono. Al 45’ nell’area opposta netto sgambetto di Alex Sandro a Zielinski e nessuno interviene nemmeno questa volta.Il Napoli alza il baricentro nella ripresa, per raggiungere il pari lasciando il fianco al contropiede della Juve che va vicina al raddoppio con un colpo di testa di Chiesa e un destro di Cuadrado. Buffon impegnato con un diagonale di Di Lorenzo. Gli ingressi di Osimhen e Demme aumentano il tasso di pericolosità: il nigeriano, dopo aver fallito di poco il bersaglio con un destro al volo, crea altre due occasioni pericolose su cui Buffon è attento a respingere.L’ingresso del tanto discusso Dybala, assente da 3 mesi, al posto di Morata da la scossa definitiva al match. Al primo pallone giocabile l’argentino fa un bellissimo gol: assist dal limite di Bentancur e Dybala indovina l’angolo basso alla destra di Meret con un sinistro a giro. Il Napoli, si riversa con orgoglio in attacco e proprio al 90’ riesce a dimezzare lo svantaggio su rigore, procurato da Osimhen: Insigne trasforma per il 2-1 finale. Stesso risultato della partita di ritorno, pertanto scontro diretto in perfetta parità, si dovesse arrivare a pari punti sarà la differenza reti a decidere chi arriva prima. Prossimo match nel weekend a Marassi per non staccarsi troppo dal treno Champions

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here